L’ONU e la sostenibilità ambientale: ecco la piattaforma “green” per le aziende


L’Organizzazione delle Nazioni Unite (ONU) vuole promuovere la sostenibilità ambientale incentivando le aziende ad agire per la salvaguardia del nostro Pianeta. Ecco come.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network

Linkedin
sostenibilità

Sostenibilità ambientale, green economy, e-waste, cambiamenti climatici: negli ultimi mesi questi temi sono diventati sempre più dibattuti e cresce la coscienza critica dei cittadini. Le conseguenze delle nostre azioni sbagliate, a livello climatico, sono ormai sotto gli occhi di tutti ed è necessario fare ammenda e imparare dagli errori commessi al fine di avere un futuro migliore e un clima senza troppi stravolgimenti. Lo sa bene anche l’ONU che ha ideato una piattaforma, la SDG Action Manager, capace di monitorare le aziende di più di 40 paesi nel mondo e di certificare il loro impegno negli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile (SDGs).
La piattaforma, sviluppata da Global Compact e da B Lab, è in sostanza un tool che supporta le aziende nel loro lavoro al fine di integrare le attività in maniera più sostenibile e per essere più vicini all’ambiente. SDG Action Manager riesce a dare in sintesi una valutazione di sostenibilità alle oltre mille aziende attualmente all’interno del progetto. Inoltre vengono forniti dati e suggerimenti per migliorare l’impatto delle stesse aziende, vengono evidenziate le aree critiche e quelle virtuose di ogni singola realtà.


Il messaggio dell’ONU è forte e chiaro: le imprese devono avvicinarsi e rispettare i Sustainable Development Goals, (SDGs), dell’Agenda 2030, ovvero gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile come lo sviluppo di città e comunità sostenibili, l’utilizzo di energie rinnovabili, azioni a sostegno del clima, etc.
C’è molto da fare per migliorare il mondo nel quale viviamo e le linee guida tracciate dall’ONU sono un chiaro segnale per la popolazione e per le aziende. Non solo dunque lotta alla povertà, migliori standard lavorativi e lotta alla corruzione negli obiettivi ONU, è necessario fronteggiare l’emergenza climatica attraverso iniziative sostenibili e che rispettino l’ambiente.


Sono sempre di più le aziende che adottano misure e strategie per sposare la causa dei SDGs. Uno dei punti cruciali è quello di creare sinergie e partnership tra aziende e governi, startup, università e società al fine di rendere virtuosi i modelli di business. C’è ancora molta strada da fare ma gli amministratori aziendali investono sempre più nel “digitale sostenibile”. “La comunità imprenditoriale non si sta muovendo alla velocità giusta per raggiungere gli Obiettivi di sviluppo sostenibile. Questi non diventeranno realtà senza una maggiore ambizione e una maggiore integrazione all’interno delle aziende mondiali” ha spiegato Lise Kingo, CEO del Global Compact dell’ONU. Ed è proprio qui che va a inserirsi l’SDG Ambition, un punto di riferimento per gli imprenditori ma in generale per la comunità tutta. “Quello di cui abbiamo bisogno non è un approccio incrementale ma un approccio trasformativo” ha detto António Guterres, segretario generale ONU. È importante, anzi vitale che “le aziende si uniscano dietro la scienza” per andare a modificare il modo di operare.

 

Fonti

 

https://sustainabledevelopment.un.org/?menu=1300

https://www.unglobalcompact.org/take-action/sdg-ambition

https://asvis.it/home/46-5146/lonu-lancia-una-piattaforma-per-misurare-la-sostenibilita-delle-aziende#.XlTX2uF7neS

https://www.unglobalcompact.org/take-action/sdg-action-manager


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2020 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni