Olimpiadi di Robotica 2020: i robot al servizio dell'uomo e dell'ambiente


Il 30 giugno si è svolta la finale delle Olimpiadi di Robotica, iniziativa rivolta a studenti e organizzata dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con la Scuola di Robotica.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network

Linkedin
tecnologia

Innovazione, creatività, robotica: sono questi gli ingredienti principali delle Olimpiadi di Robotica, evento annuale che vede la partecipazione di studenti che si cimentano in una sfida dall’alto potenziale tecnologico. Organizzate dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con la Scuola di Robotica, le Olimpiadi di Robotica 2020 hanno visto l’ideazione, la progettazione e la costruzione di prototipi di robot in grado di svolgere funzioni utili al miglioramento delle condizioni ambientali del nostro Pianeta e della vita dell’uomo. I team, composti da studenti, hanno così sviluppato degli strumenti e dei progetti robotici che potessero rilevare dati sensibili in luoghi difficilmente accessibili per analizzare l’ambiente e raccogliere dati.


Robotica al servizio del miglioramento della qualità della vita e a favore della sostenibilità: è con questo obiettivo che, lo scorso 30 giugno, si è svolta la finale delle Olimpiadi che, a causa dell’emergenza sanitaria del Covid-19, è diventata per l’occasione un hackathon online con i ragazzi che hanno partecipato da remoto.
I team sono stati preparati attraverso un percorso di formazione su machine learning, big data e intelligenza artificiale, e hanno beneficiato anche di due kit didattici robotici spediti direttamente a casa dei partecipanti. L’obiettivo della sfida era inoltre quello di creare una rete di collaborazione tra i diversi istituti scolastici sul territorio nazionale, in modo da promuovere la cooperazione e sviluppare una rete di raccolta dati congiunta che potesse avvalersi di dati raccolti su più aree nazionali.
Tutti i progetti, interamente open source, sono stati svelati in anteprima alla Finale Nazionale del 30 giugno. I premi, suddivisi nella categoria “Aria”, “Terra” e “Acqua” sono andati, rispettivamente, al team Green Bot dell’I.I.S “ITI e ITG di Vibo Valentia”, al team dell’ATP dell’I.S. “A. Scacchi” di Bari e al team SENSO dell’I.T.S.T. “J.F. Kennedy” di Pordenone. Ai team Sorobot dell’I.S. A. Sobrero di Casale Monferrato e ATP dell’I.S. “A. Scacchi” di Bari sono andati inoltre i premi speciali OMRON.


L’evento, trasmesso in diretta streaming, ha visto inoltre la partecipazione di numerosi ospiti come Antonio Bicchi, ricercatore senior all’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) e professore di Robotica all’Università di Pisa, Boyan Slat, inventore e imprenditore che ha fondato The Ocean Cleanup, fondazione che si dedica alla protezione e alla salvaguardia degli oceani, Paolo Piccini, Amministratore Unico di Liguria Digitale, Ulla Engelmann, direttrice dell’unità Tecnologie avanzate, cluster ed economia sociale presso la Commissione Europea, Ilaria Cavo, assessore delle regione Liguria per le Politiche Giovanili e tanti altri.


Scuola di Robotica è un’associazione no profit fondata nel 2000 che ha l’obiettivo di promuovere l’impiego consapevole della robotica e delle nuove tecnologie all’interno delle strutture scolastiche e formative. Attraverso numerose iniziative come le Olimpiadi di Robotica, mira a modernizzare contenuti e metodi educativi.

 


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2020 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni