Musica direttamente nel cervello: la nuova sfida di Elon Musk


Neuralink, azienda del visionario fondatore di SpaceX, è al lavoro per sviluppare una tecnologia in grado di collegare il cervello al computer: in tal modo sarà possibile trasmettere musica in streaming e si avranno nuovi strumenti per il trattamento di disturbi cerebrali e malattie degenerative come Alzheimer e Parkinson.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network


tecnologia

L’obiettivo era noto da tempo: Neuralink, azienda di neurotecnologie che vede tra i fondatori anche Elon Musk, è da anni a lavoro per sviluppare un'interfaccia che possa collegare il cervello ad un computer. Ed ora sembra che Neuralink potrebbe essere in grado anche di trasmettere musica in streaming direttamente all’interno del cervello. Ad annunciarlo è stato lo stesso Elon Musk via Twitter, dove inizialmente aveva fatto un annuncio per reclutare ingegneri per il progetto.

In uno scambio di tweet con il computer scientist Austin Howard, Musk ha detto che una volta che Neuralink sarà implementata sarà possibile ascoltare la musica direttamente nei chip neurali. Era il 2019 quando Musk spiegò che Neuralink era al lavoro per impiantare “fili flessibili ed elettrodi nel cervello” che sarebbero stati utilizzati per raccogliere segnali neuronali che poi venivano trasmessi in modalità wireless ad un computer.

Tale tecnologia potrebbe inoltre essere in grado di dare nuovi strumenti per il trattamento di disturbi cerebrali e malattie degenerative come Alzheimer e Parkinson.
Ad altri utenti che richiedevano informazioni su Neuralink via Twitter il patron di SpaceX ha risposto direttamente: la tecnologia, secondo Musk, sarà anche in grado di “controllare i livelli ormonali per utilizzarli a nostro vantaggio (capacità di ragionamento migliorata)” e “stimolare il rilascio di ossitocina, serotonina e altre sostanze” nei pazienti affetti da disturbo ossessivo compulsivo. Insomma un controllo delle reti neurali che potrebbe migliorare le nostre condizioni di vita e agevolare l'utilizzo di particolari trattamenti in persone che soffrono di determinate patologie.

L’obiettivo dichiarato da Musk è quello di permettere agli umani di competere con l’AI avanzata ma i chip che saranno installati nel cervello potrebbero davvero rivoluzionare le nostre vite e dare un nuovo input alle tecnologie future. Secondo le informazioni a disposizione l’installazione dei chip non avverrà in modo invasivo ma sfrutterà le tecnologie laser che ad esempio vengono già utilizzate nella chirurgia oculare.

Attualmente Neuralink è in fase di test sugli animali ma già nel corso dell’anno sembra che inizieranno le prove sugli umani. A tal proposito Musk ha annunciato nuove importanti novità a riguardo per il prossimo 28 agosto.

 

Fonti

https://www.independent.co.uk/life-style/gadgets-and-tech/news/elon-musk-neuralink-brain-computer-chip-music-stream-a9627686.html

https://www.foxnews.com/tech/elon-musk-neuralink-stream-music-brain


Condividi sui social network




SEGUICI SUI SOCIAL

© 2020 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni