Pagamenti più rapidi tra clienti e fornitori: il sistema di Plusadvance


La messa a punto di metodi innovativi di finanziamento dei crediti commerciali può rivoluzionare il settore fintech. Massimiliano Gattari, Founder e CEO di PlusAdvance ci racconta come risolvere talune problematiche.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network

Linkedin
tecnologia

Il settore fintech in Italia ha da sempre evidenziato alcune inefficienze all’interno delle filiere commerciali e nelle dinamiche tra i fornitori ed i capifiliera. L’utilizzo della tecnologia applicato al settore può in gran parte agevolare da una parte i capi filiera e dall’altra i fornitori. Come? Grazie a nuove soluzioni digitali che consentono di gestire i tempi di incasso e pagamento fatture in modo dinamico ed efficace.  PlusAdvance – la startup innovativa – è sul mercato dal 2020 per aiutare le filiere ad accelerare la circolazione del denaro tra clienti e fornitori e, in questi ultimi 2 anni, ha aiutato aziende di ogni dimensione ad incassare più rapidamente per oltre 500.000 giorni. Scopriamo come la piattaforma sia riuscita a velocizzare i tempi di incasso e pagamento delle fatture in modo automatico, sostenibile e innovativo, grazie all'intervista realizzata a Massimiliano Gattari, Founder e CEO di PlusAdvance.

Buongiorno Massimiliano, com’è nata l’idea di rivoluzionare questo settore in Italia?

L’idea di lavorare ad una soluzione innovativa in ambito fintech nasce dalla volontà di aiutare le aziende italiane ad essere più efficienti e competitive. L’Italia è da sempre un Paese in cui le aziende clienti tendono a concordare tempi medi di pagamento fattura con i fornitori più lunghi rispetto alla media europea. Secondo l’Osservatorio sulla Supply Chain Finance del Politecnico di Milano questo si traduce ogni giorno in un volume di liquidità pari a circa 490 miliardi di Euro bloccata sotto forma di crediti commerciali. Stiamo parlando di risorse finanziarie già proprie delle aziende italiane, ma che non possono utilizzare perché intrappolate come fatture ancora da incassare. Nel 2021 le soluzioni di finanziamento fattura tradizionale sono riuscite a coprire solo il 25% del volume bloccato. Il problema principale è da ricercarsi nel fatto che l’adozione di queste soluzioni risulta essere ancora complessa per le aziende. L’idea e l’obiettivo di PlusAdvance è quello di creare una piattaforma digitale che centralizza le informazioni, consente di monitorare e gestire in tempo reale i propri crediti commerciali in modo da poterli smobilizzare rapidamente smistandoli verso la forma tecnica di volta in volta più conveniente e già connessa alla piattaforma.

Come funzionano i vostri algoritmi intelligenti?  

PlusAdvance ha adottato un approccio unico sul mercato italiano della supply chain finance perché siamo l’unica fintech italiana indipendente con un focus forte sull’analisi dati. In questo modo siamo in grado di offrire la migliore esperienza di utilizzo a tutti i soggetti coinvolti non essendo necessaria alcuna manualità. Funziona così: la nostra piattaforma legge automaticamente ogni giorno l’elenco delle fatture approvate per il pagamento dalle aziende clienti connesse e, in tempo reale, gli algoritmi intelligenti si mettono a lavoro per ottimizzare i tempi di incasso (per i fornitori) e di pagamento (per i clienti) creando il migliore scenario tra le diverse forme di finanziamento attive. Se ad esempio un’azienda dispone di liquidità da investire e vuole metterla a disposizione per pagare più rapidamente la filiera (c.d. dynamic discounting), gli algoritmi creano delle proposte personalizzate da presentare ai fornitori che sceglieranno liberamente se accettare. Oppure, caso opposto, consideriamo un’azienda che non dispone di liquidità da investire o vuole allungare i tempi di pagamento, ma vuole comunque offrire ai fornitori una possibilità di smobilizzare i crediti velocemente e a un prezzo competitivo (c.d. reverse factoring / confirming): in questo caso gli algoritmi di PlusAdvance si mettono al lavoro interrogando la disponibilità delle banche nel finanziare queste operazioni e, allo stesso modo, presentano la proposta ai fornitori.


Il vostro sistema è pensato per fornitori, clienti o banche?

PlusAdvance è pensato per tutti gli operatori della filiera: dal cliente capofiliera ai fornitori fino alle banche / factor che si mettono a supporto delle operazioni. In questo momento abbiamo privilegiato le soluzioni guidate dai clienti e cioè quelle in cui è direttamente chi deve pagare la fattura a comunicarci gli estremi del pagamento e la data di scadenza concordata. Per questo motivo la prima soluzione che abbiamo portato sul mercato è stata quella di dynamic discounting (e cioè il cliente paga in anticipo il fornitore in cambio di uno sconto), ma da quest’anno abbiamo integrato anche la gestione dei programmi di reverse factoring / confirming multibanca (e cioè un finanziatore che paga in anticipo o a scadenza il fornitore mentre attende il rimborso a scadenza o dilazionato dal cliente). In questo modo riusciamo ad aiutare qualsiasi azienda a raggiungere i propri obiettivi in termini di ottimizzazione del circolante. 

Perché i fornitori dovrebbero utilizzare la vostra piattaforma? 

Per i fornitori la piattaforma PlusAdvance rappresenta una grande opportunità in quanto possono monitorare e tenere sotto controllo tutti gli incassi approvati dai loro clienti attivi attraverso un’unica interfaccia molto semplice da utilizzare. Inoltre, non ci sono costi di adesione né costi fissi ricorrenti e si è sempre liberi di accettare le proposte di incasso anticipato, di lasciare tutto invariato secondo il piano di scadenza già concordato con i clienti o semplicemente decidere di utilizzare il servizio in particolari periodi dell’anno (per esempio in concomitanza della chiusura trimestrale, del fine anno o in un periodo stabilito se parliamo di attività stagionale). Le aziende hanno fin da subito apprezzato moltissimo il nostro servizio che offre trasparenza e flessibilità in un settore dove oggi c’è ancora molta manualità. Il riscontro da parte degli utilizzatori ci sta confermando che siamo nella giusta direzione: ad oggi quasi il 70% dei fornitori che scelgono di incassare più rapidamente una o più fattura iniziano poi ad utilizzare il nostro strumento in modo continuativo.

Il costo delle operazioni su che base viene definito?

Il costo delle operazioni di anticipo degli incassi o di dilazione dei pagamenti dipende unicamente dagli obiettivi del soggetto finanziatore: in questo senso gli algoritmi di PlusAdvance svolgono un ruolo di fondamentale importanza perché tengono in considerazione delle necessità di tutti affinché venga ottimizzata la scelta delle fatture da anticipare o da dilazionare. Questo aspetto è distintivo rispetto alle soluzioni tradizionali in quanto gli algoritmi vanno ad ottimizzare la selezione delle fatture considerando non solo gli obiettivi del cliente o della banca, ma anche quelli del fornitore a livello di costo obiettivo che è disposto a sostenere. Inoltre, tra i parametri che gli algoritmi possono tenere in considerazione va sicuramente menzionato anche il rating ESG che, in particolari situazioni, contribuisce a far ottenere ai fornitori l’anticipo degli incassi a condizioni economiche più vantaggiose.


Quali sono i maggiori settori che la piattaforma supporta?

PlusAdvance è in grado di supportare le aziende in qualsiasi settore. In particolare, però, ci rivolgiamo a tutte quelle aziende capofiliera che possono contare su un numero cospicuo di fornitori in quanto è proprio su queste filiere che tutti possono ottenere i maggiori benefici. Oggi siamo particolarmente attivi nel settore retail e in quello dei servizi, ma guardiamo con attenzione anche tutti i capofiliera nel settore manifatturiero in quanto rappresenta una componente importante nell’economia italiana.

Avete presentato il vostro progetto al WMF, che cosa ci potete dire della vostra partecipazione?

La partecipazione al WMF 2022 è stata sicuramente positiva in quanto le soluzioni di supply chain finance hanno suscitato molta attenzione da parte di molti visitatori e siamo stati anche selezionati come una delle migliori startup che hanno partecipato allo Startup Stage. Questo è sicuramente un indicatore positivo che fa capire come, a differenza del passato, la digitalizzazione sta contribuendo ad aumentare l’interesse e la predisposizione del mercato all’innovazione anche verso queste tematiche.
 


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via Ugo Bassi 7 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni - Consensi