Oggi, 10 dicembre, è la Giornata Mondiale dei Diritti Umani


Si celebra il 10 dicembre perché in questa data, nel 1948, l’assemblea generale delle Nazioni Unite proclamò la Dichiarazione Universale dei diritti umani.  Fu istituita nel 1950.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network

Linkedin
Innovazione Sociale

Oggi è la Giornata Mondiale dei Diritti Umani e in tutto il mondo, Italia compresa, sono tante le iniziative sul tema. Si tratta di una ricorrenza istituita nel 1950 dall’ONU, in occasione dell’anniversario della proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, firmata due anni prima proprio il 10 dicembre.  

La Giornata fu istituita nell’immediato Dopoguerra, dopo che tutto il mondo aveva assistito alle atrocità della Seconda Guerra Mondiale. I tantissimi morti, lo sterminio degli ebrei da parte della Germania nazista, le tattiche di guerra scorrette e la violazione di ogni diritto umano fecero molto scalpore e così l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, in un clima di rinascita e di uguaglianza, volle celebrare la giornata a seguito della proclamazione della Dichiarazione. I diritti umani furono ripetutamente calpestati e non si voleva più assistere a tutto quello che accadde durante la Seconda Guerra Mondiale.
La Dichiarazione è il frutto di secoli di tentativi di garantire all’uomo una carta universale dei diritti umani. Nel 1789 fu redatta la Dichiarazione dei diritti dell’uomo e del cittadino, che può definirsi il prodromo di quella firmata nel 1948. Woodrow Wilson e Franklin Delano Roosevelt furono due personaggi molto importanti nel corso della storia del XX secolo in quanto furono artefici, rispettivamente, dei Quattordici punti e delle Quattro Libertà, che furono dei passi molto importanti verso la Dichiarazione.
La Dichiarazione, ritenuta inizialmente non vincolante, col tempo divenne una Carta condivisa e secondo alcuni essa ha valore giuridico nella comunità internazionale. Si tratta di un codice etico redatto in 30 articoli (preceduti da un preambolo) che va a sancire i diritti individuali, civili, politici, economici, sociale e culturali di ogni persona. Fu votata favorevolmente da 48 Stati membri (all’epoca l’assemblea era composta da 58 Stati), con 10 astenuti e nessun voto contrario.

Ancora oggi però, a 71 anni di distanza dalla proclamazione della Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, è necessario ricordare con vigore il motivo e l’essenza della giornata e della Dichiarazione. I principi di libertà di pensiero, di opinione, di religione, di parola, di uguaglianza sono la base della Dichiarazione ma sono numerosi gli Stati, le fazioni politiche e le organizzazioni estremiste che minano costantemente tali principi.

Con il Festival siamo impegnati da anni nella diffusione e condivisione di valori che permettano di creare una società più equa. Allo scorso Lucca Comics, in collaborazione con TheSIGN Academy, l'accademia di arti visive di Firenze, abbiamo realizzato "Human Rights Defenders", rivista con illustrazioni a difesa dei diritti umani. Nell'introduzione della rivista si legge: "Quando parliamo di Diritti Umani trattiamo di quelle libertà e protezioni fondamentali che appartengono a ognuno di noi. Si basano sui principi di dignità, uguaglianza e rispetto reciproco, e appartengono a tutti, indipendentemente da età, nazionalità, sesso, orientamento sessuale, identità ed espressione di genere, origine etnica, convinzioni e orientamenti personali"

Per ricordare la giornata in Italia, in questo 10 dicembre 2019, sono state organizzate tantissime manifestazioni, eventi, iniziative e mostre a tema. A Modena si tiene la fiaccolata “Restiamo umani” seguita da una conferenza sul tema di migrazioni, accoglienza e tutela dei diritti umani.
A Latina, dopo la presentazione del libro “Migrante per sempre” di Chiara Ingrao al Museo Cambellotti si terrà la proiezione del film “Santa Subito”, vincitore del Festival di Roma.
A Cervia, all’interno del programma EuRoPe_2019 – Attraverso il muro, sostenuto dalla Regione Emilia Romagna, si tengono 2 eventi su tema pace, interculturalità, dialogo interreligioso, interculturalità nelle scuole e nella biblioteca comunale.

 


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2020 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni