Esports: giocare online significa anche integrazione e rispetto. Ecco i principi universali degli esports


Il mercato degli esports è in costante crescita e conta circa 500 milioni di spettatori. Il gioco competitivo può inoltre veicolare valori positivi e principi sostenibili. Ecco la guida stilata dalle associazioni rappresentatrici dell’industria dei videogiochi.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network


Esports

Il mondo degli esports sta ormai sconfinando in ogni dove. Eventi, tornei e appassionati crescono a macchia d’olio e, secondo il Global Esports Market Report di Newzoo, nel 2019 si è già arrivati a un pubblico di 500 milioni di persone e 1 miliardo di dollari di giro d’affari. Numeri incredibili che segnano un trend che può davvero riuscire a toccare (e forse a superare) vette che spettano solo agli sport più seguiti al mondo.
Ogni giorno centinaia di milioni di e-gamers si danno appuntamento online e si sfidano condividendo sempre più momenti della propria vita. Ecco perché è molto importante, quando si gioca competitivo, seguire delle regole non solo per divertirsi ma anche per veicolare rispetto, integrazione e fair play.
A questo proposito alcune tra le associazioni più rappresentative dei videogiochi in tutto il mondo, tra cui figura l’italiana AESVI, hanno stilato una guida dove vengono raccolti i principi universali degli esports. Non solo divertimento dunque ma lealtà, inclusività, fair play e rispetto reciproco, valori sani che si accomunano a quelli di sportività e amicizia, da sempre promotori di tutti gli sport. “In qualità di membri dell'ecosistema globale dei videogiochi e degli esports (che include i titolari di proprietà intellettuale, così come i relativi editori) abbiamo elaborato questi principi per sostenere e sviluppare un'esperienza divertente, leale e godibile da parte di tutti i giocatori nel mondo, all'interno di un ambiente aperto e inclusivo” si legge nella nota stampa diffusa AESVI.
A firmare la guida, oltre ad AESVI, Associazione Editori Sviluppatori Videogiochi Italiani, l’associazione europea ISFE, la statunitense ESA, la britannica UKIE, la canadese ESAC e numerose altre. Ecco di seguito i principi universali per gli esports:

Principio 1: SICUREZZA E BENESSERE
Tutti i membri della comunità esports hanno il diritto di partecipare alle competizioni in ambienti sicuri. In questi ambienti sono banditi comportamenti o linguaggi violenti, che possano sfociare in minacce o molestie.
Principio 2: INTEGRITÀ E FAIR PLAY
Condanniamo ogni azione volta a barare o a compiere azioni di hacking, così come tutti i comportamenti disdicevoli, ingannevoli o disonesti. Queste pratiche rovinano l’esperienza altrui, avvantaggiano in modo illegittimo squadre e giocatori e minano la credibilità degli esports in generale.
Principio 3: RISPETTO E INCLUSIVITÀ
Gli esports promuovono uno spirito di sana competizione. In eventi dal vivo così come online, tutti i membri della comunità esports devono mostrarsi rispettosi e cordiali nei confronti degli altri, che si tratti dei compagni di squadra, degli avversari, dei direttori di gara, degli organizzatori o degli spettatori.
Gli esports sono una realtà globale che riunisce giocatori che hanno alle spalle esperienze, culture e prospettive diverse. Crediamo che una comunità di giocatori aperta e variegata contribuisca al successo di questa realtà. Sosteniamo lo sviluppo di un ambiente aperto, inclusivo e accogliente per tutti, a prescindere da genere, età, abilità, razza, etnia, religione o orientamento sessuale.
Principio 4: ATTITUDINE AL GIOCO POSITIVA E PROPOSITIVA
Gli esports possono aiutare i giocatori a rafforzare l’autostima e la propria cultura sportiva. Inoltre, migliorano la comunicazione interpersonale e il gioco di squadra. Gli esports spingono sia i giocatori che gli spettatori a sviluppare la collaborazione, il pensiero critico e quello strategico. La partecipazione alle competizioni esports può anche portare alla nascita di solide relazioni di amicizia tra compagni di squadra, avversari e membri della comunità nel suo complesso.

Crediamo che i valori del rispetto, della diversità, dell'integrità e del fair play debbano essere la base su cui si fonda l'industria degli esports. La nostra speranza è che tutti vogliano unirsi a noi oggi nell'accogliere questi principi universali e nel confermare la fiducia in un ambiente aperto e inclusivo” hanno dichiarato le Associazioni rappresentatrici dell’industria dei videogiochi.

Fonti

https://newzoo.com/insights/articles/newzoo-global-esports-economy-will-top-1-billion-for-the-first-time-in-2019/
https://newzoo.com/solutions/standard/market-forecasts/global-esports-market-report/
http://www.aesvi.it/cms/attach/editor/AESVI_-_Guida_agli_Esports_2019.pdf
https://tech.fanpage.it/da-oggi-gli-esport-hanno-i-loro-principi-universali/
http://www.aesvi.it/cms/view.php?cms_pk=3069&dir_pk=902

 


Condividi sui social network




SEGUICI SUI SOCIAL

© 2019 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni