Emergenza Covid-19: testato un ventilatore per due pazienti al Sant’Orsola di Bologna


È già in produzione il circuito creato a Mirandola in grado di collegare un respiratore a due pazienti contemporaneamente.

di Alice Lonardi

Condividi sui social network

Linkedin
tecnologia

Nel giro di sole 72 ore, in Emilia Romagna è stato ideato e sperimentato con successo un circuito innovativo che permette a un ventilatore polmonare di assistere due pazienti contemporaneamente, invece che a uno soltanto.

Con il rapido propagarsi del Coronavirus, aumenta ogni giorno in tutta Italia il numero dei malati, mentre scarseggia il numero dei respiratori. Ecco quindi che, come spesso accade in situazioni di necessità, la creatività e l’ingegno possono portare ad intuizioni vincenti.

"L'altra sera un mio collega di Milano, Antonio Pesenti, direttore dell'anestesia di rianimazione del Policlinico, mi ha chiamato perché si era creata una situazione per cui due malati non avevano il ventilatore” - ha raccontato Marco Ranieri, direttore della Anestesiologia e Terapia Intensiva Polivalente del Policlinico di S. Orsola di Bologna. 

I due medici si sono immediatamente messi al lavoro, rivedendo in una notte tutta la letteratura scientifica a loro disposizione e mettendosi in contatto con chi avrebbe potuto aiutarli nella realizzazione del progetto. L'azienda del distretto industriale di Mirandola Intersurgical ha subito risposto alla loro chiamata realizzando in sole 48 ore un prototipo, già testato su un modello polmonare dal professor Ranieri. 

Ora gli strumenti sono già in produzione e nei prossimi giorni potranno essere ordinati e destinati alle province più in difficoltà. Il dispositivo potrebbe rivelarsi fondamentale per moltiplicare i posti letto in terapia intensiva, nel caso l’emergenza dovesse espandersi ulteriormente. La speranza tuttavia è quella di non doverlo mai usare: "Ci auguriamo di non dover mai ricorrere a queste misure estreme" spiega il professor Ranieri "Al momento qui stiamo vivendo una situazione di grandissimo stress, ma stiamo riuscendo a garantire lo standard assistenziale. Quando invece dovremo utilizzare anche questi strumenti significherà che saremo costretti a ricorrere a misure estreme perché la situazione è precipitata."

 

Fonti

https://bari.repubblica.it/cronaca/2020/03/21/news/coronavirus_il_respiratore_polmonare_si_sdoppia_per_assistere_2_pazienti_l_idea_salvavita_di_un_primario_barese-251859852/

https://www.sanita24.ilsole24ore.com/art/medicina-e-ricerca/2020-03-20/coronavirusal-sant-orsola-bologna-sperimentato-ventilatore-due-pazienti-175723.php?uuid=AD0G2nE

https://magazine.unibo.it/archivio/2020/03/20/il-circuito-che-raddoppia-i-ventilatori-polmonari

 


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2020 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni