Addio Cortana: l’assistente virtuale di Microsoft cede ad Alexa e Google Assistant


Satya Nadella, CEO di Microsoft, ha spiegato che Cortana potrà diventare una sorta di app o abilità di Alexa.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network


tecnologia

Cortana di Microsoft cede il passo ai concorrenti nell’agguerrito settore degli assistenti virtuali. Come ha affermato Satya Nadella, CEO di Microsoft, Cortana sarà integrata al meglio con calendario, rubrica, mail e soprattutto Office 365, in modo da garantire una migliore efficienza. In particolare Cortana gestirà le mail, gli appuntamenti di lavoro e il calendario: in altre parole sarà una sorta di segretaria a comando vocale e non un vero e proprio assistente virtuale.
Inoltre Cortana diventerà una sorta di app o skill proprio per Alexa di Amazon, fino a poco fa una sua diretta concorrente. L’assistente virtuale di Microsoft diventerà una costola di Alexa e svolgerà alcune funzioni che l’assistente virtuale di Amazon non può ancora fare.
Se non puoi sconfiggere il tuo nemico, fattelo amico" diceva Cesare: è proprio quello che deve aver pensato Nadella. La sua Cortana non era di sicuro all’altezza di competere con i vari Alexa, Siri e Google Assistant così il CEO ha pensato bene di cercare un’alleanza molto particolare.
Nadella ha anche aperto a Google affermando che le nuovi funzioni di Cortana potrebbero essere integrate anche in Google Assistant. Questo significa che Cortana potrà diventare disponibile, con funzioni rinnovate, praticamente su tutte le piattaforme.
Si tratta di una strategia molto particolare e a cui non eravamo abituati. Solitamente i colossi dell’hi-tech cercano di combattersi senza esclusione di colpi ma evidentemente Microsoft ha alzato bandiera bianca, almeno nel settore degli assistenti virtuali, e sta cercando un metodo per salvare il salvabile. Da quando è stato nominato amministratore delegato Satya Nadella si è occupato di una importante ristrutturazione societaria: Microsoft vuole ritornare ai fasti di un tempo e per farlo deve tornare ad occuparsi di ciò che gli è sempre riuscito bene, i servizi per la produttività, il business e l’ufficio. Competere su settori dove non si è competitivi è infatti una mossa suicida.
Proprio in virtù dell’attuale strapotere di Amazon e Google (con Echo e Google Assistant) Nadella ha spiegato che Microsoft non intende lanciare il proprio smart speaker. “Facciamo molta attenzione ai settori in cui entriamo in cui possiamo fare qualcosa di unico. Un settore interessante è quello degli speaker. Per me la sfida è: cosa potremmo fare esattamente che sia unico?” Amazon Echo e Google Assistant sono due prodotti già molto affermati e apprezzati, ragion per cui Nadella ha scelto di non immischiarsi in un settore di mercato difficile da conquistare.

 

 

Fonti
https://www.tomshw.it/hardware/cortana-non-competera-piu-con-gli-altri-assistenti-digitali-microsoft-punta-allintegrazione-con-office-365/
https://www.businessinsider.com/microsoft-ceo-satya-nadella-cortana-amazon-alexa-2019-1

 

 


Condividi sui social network

4 - 5 - 6 GIUGNO 2020 / RIMINI

Il più grande Festival sull'Innovazione Digitale e Sociale


TICKET WMF2020




Vuoi rimanere aggiornato
sull'edizione 2020?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!






SEGUICI SUI SOCIAL

© 2019 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni