Un hackathon per unire le forze contro il fenomeno delle fake news


Contrastare la disinformazione online a colpi di idee e progetti innovativi: sotto questa bandiera sono chiamati a raccolta programmatori, business developer, data analyst, UX e UI designers, graphic designer e professionisti del mondo editoriale per trovare soluzioni al problema.

Google+
di Giovanni Sommavilla

«Il problema delle fake news è grave, ma è stato affrontato in malo modo. Le notizie false, infatti, esistono da quando esiste il mondo, ma Internet ne ha amplificato la diffusione: gli strumenti per verificare la credibilità di un’informazione sono a disposizione di tutti, basta sapere dove cercare». (Cosmano Lombardo, in un’intervista su Lettera43)

A un problema e a una sfida come quella delle fake news, possono le tecnologie digitali fare il loro ingresso sul terreno di gioco e fare la differenza? Una risposta può arrivare dal Fake News Hackathon, la “maratona tecnologica” - alla quale è possibile iscriversi gratuitamente fino al 31 maggio - realizzata dal Web Marketing Festival che mira a dar vita a soluzioni innovative al complesso problema delle fake news.

Saranno i professionisti del digitale ad essere chiamati in causa in occasione di questa nuova iniziativa, diventando per l’occasione driver d’innovazione per realizzare progetti dedicati al problema delle bufale online.
In particolare la chiamata alle armi dell’hackathon si rivolge a programmatori, business developer, data analyst, UX e UI designers, graphic designer, professionisti del mondo editoriale e digital marketers: a loro andrà l’onore e l’onere, durante l’hackathon, di sviluppare in team soluzioni da votare alla causa.

Ma non saranno soli: a loro si unirà l'importante contributo di realtà ed esperti del panorama tech, editoriale e digitale nazionale e internazionale.
I partner del Fake News Hackathon, tra i quali figurano ANSA, La Stampa, Startup Italia, Digital Magics e Google Developer Group, saranno presenti durante “la tempesta di cervelli” che contagerà la sala del Palacongressi di Rimini dedicata ai lavori, mettendo a disposizione mentors che supporteranno i team all’opera.

«Il fenomeno delle fake news ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica quanto sia importante che i cittadini possano leggere notizie attendibili e verificate anche in rete e nel mondo social. In un mondo così complesso e spesso confuso è fondamentale il ruolo dell’ANSA che dal 1945 informa il paese attenendosi a principi rigorosi, al controllo delle fonti, al rispetto della cronaca senza confondere i fatti e le opinioni . Il ruolo che abbiamo acquisito anche sul web moltiplica le nostre responsabilità e per questo siamo impegnati 24 h per  fornire informazione sicura, in tempo reale, imparziale e completa. Lo facciamo con passione ed entusiasmo nell’interesse del sistema e di tutti coloro che si informano in rete.» (Luigi Contu, Direttore Agenzia ANSA)

Infine, come ogni gara che si rispetti al termine dei lavori, verranno selezionati i 3 progetti che i rispettivi team potranno presentare alla platea presente, composta da esperti e aziende leader del settore. Una giuria di esperti, in ultimo, decreterà il vincitore dell’Hackathon, che riceverà i premi messi a disposizione.

La risposta alla domanda di apertura può essere, dunque, certamente positiva, irrobustita dallo scenario di previsione sugli investimenti nelle tecnologie digitali tracciato da ASSIFORM per il periodo 2016-2019: si segna un +4,4% nell’industria (7.044 milioni di euro nel 2016), un +4,5% nelle Utility (1.576 milioni di euro nel 2016), un +3,6% nei Trasporti (dai 2.209 milioni di euro nel 2016).

Un panorama che si presenta tuttavia mutilato se non si prende in considerazione proprio il potenziale di sviluppo e d'innovazione portato dalle professioni digitali, un asset, anche questo, sempre di più nel mirino di realtà, aziende e PMI del comparto italiano (per il 2016-2018 si stima un fabbisogno di 85.000 nuovi specialisti).

Il Fake News Hackathon aggiunge così il suo tassello dall’alto coefficiente ai numerosi altri momenti di confronto del #wmf18, insieme a esperti e ospiti da tutto il mondo su un tema dal forte impatto a livello globale in vari contesti della società: dallo scenario geo-politico a quello editoriale, da quello economico-finanziario a quello culturale.


Di più sulle novità del #wmf18? Fai un salto nella sezione News del Festival!


Condividi sui social network

Google+
X

PALACONGRESSI DI RIMINI 21, 22 e 23 Giugno 2018




SEGUICI SUI SOCIAL

© 2018 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni