Il 76º compleanno delle Nazioni Unite ci ricorda le nuove sfide di oggi


La Giornata delle Nazioni Unite si celebra ogni anno il 24 ottobre, data dell’entrata in vigore dello Statuto ONU. Oggi le SDGs dell'Agenda 2030 guidano gli sforzi globali alla sfida ambientale e climatica.

di Tommaso Ruggieri

Condividi sui social network

Linkedin
Innovazione Sociale

Il 24 ottobre 1945 entrava in vigore lo Statuto dell’Organizzazione delle Nazioni Unite. La celebrazione di questo giorno – UN Day – fu decisa dall’Assemblea Generale del 1948, che all’epoca riuniva solo 59 dei 193 paesi membri che ogni anno si riuniscono a New York da ogni angolo del globo.

La ricorrenza del giorno di nascita dell’ONU ha lo scopo di ricordare e riaffermare i principi comuni sanciti nello Statuto, lo stesso che guida l’azione collettiva delle nazioni del mondo da ormai 76 anni.

L’ONU venne istituita immediatamente dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale con l’obiettivo principale di mantenere a livello globale pace e sicurezza. Da quel momento le Nazioni Unite hanno contribuito allo sviluppo di relazioni pacifiche e amichevoli tra le nazioni, hanno raggiunto importanti traguardi in termini di cooperazione internazionale e sono state un centro di coordinamento internazionale.

Ma la pace internazionale, la protezione dei diritti umani, la difesa del diritto internazionale e l’invio degli aiuti umanitari, come missioni quotidiane dell’ONU, non bastavano. A queste si è unita la sfida più grande dei nostri tempi: diffondere globalmente uno sviluppo economico e sociale che sia sostenibile in tutti i sensi.

Nel 2015, a questo proposito, le Nazioni Unite hanno adottato 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile – Sustainable Development Goals (SDGs) – che devono guidare l’azione del mondo nella prospettiva di salvaguardare la vita umana, animale e ambientale.

Proprio seguendo i dettami dell’ONU, cercando di costruire un futuro migliore per tutti durante il WMF2021, abbiamo dedicato a questo tema la Sala SDGs, in collaborazione con la Rete Cattedre UNESCO – il Programma Internazionale per la Cooperazione Universitaria istituito dall’UNESCO. In questa sala abbiamo cercato di diffondere e promuovere la visione sinergica che è alla base degli SDGs. Inoltre, uno dei programmi di cui il WMF è fortemente convinto è la Call for Sustainability nella quale vengono raccolte le migliori idee per la creazione di startup a forte impatto sostenibile, che si terrà a dicembre 2021 a Rimini e online.

Sin dalle prime edizioni, il WMF - We Make Future si è posto l'obiettivo di ispirare e creare soluzioni innovative in grado di rispondere alle principali problematiche globali e, nel farlo, ha sempre tenuto in grande considerazione l’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile, il programma d’azione ONU del 2015.

Fonti:

https://www.un.org/en/observances/un-day
https://www.unmultimedia.org/searchers/yearbook/page.jsp?volume=1947-48&bookpage=206
https://sdgs.un.org/goals
https://www.britannica.com/topic/Members-of-the-United-Nations-1788877
 


 




 


Condividi sui social network

Linkedin



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2021 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni