5G: in Italia Vodafone e IIT collaborano per un progetto di robotica negli ospedali


Con l’arrivo delle nuove frequenze il mondo della sanità – e non solo – subirà incredibili innovazioni. Ecco le prime applicazioni concrete.

di Simone Di Sabatino

Condividi sui social network


Innovazione digitale

Tra qualche anno il 5G entrerà a pieno regime nelle nostre vite e velocizzerà ulteriormente le comunicazioni. Si tratterà di una nuova rivoluzione alla quale assisteremo: con l’avvento del 5G infatti non solo si potranno scambiare dati ad una velocità mai vista prima ma sarà possibile abbattere la latenza (essa sarà al massimo 4 millisecondi) e mettere in rete praticamente qualsiasi cosa. Le nuove auto, le nuove infrastrutture, i nuovi dispositivi che verranno creati per la casa, la sanità, la mobilità e l’industria, tutto sarà connesso al 5G. «I campi di applicazione che maggiormente cambieranno il nostro modo di vivere sono quelli legati alla sanità, alla mobilità, all’istruzione e a tutti quei servizi e informazioni che semplificano la vita di tutti i giorni e fanno di una città una smart city» ha spiegato Sabrina Baggioni, direttrice del programma 5G di Vodafone Italia.
Si calcola che ogni cella 5G sarà in grado di assicurare 20 giga in dowload e 10 in upload al secondo, il che significa che tutto andrà molto più veloce rispetto al 4G (negli uffici si andrà a 1 giga al secondo), la copertura risulterà migliore e il segnale sarà enormemente potenziato.
Tutto queste caratteristiche porteranno dunque ad innalzare sempre più in alto l’asticella delle prestazioni degli standard tecnologici che potranno svilupparsi in maniere che eravamo abituati a vedere  soltanto nei film di fantascienza. In altre parole entreremo, a pieno regime, nell’era della robotica intelligente che sarà la protagonista assoluta dell’automazione industriale.
Sono però ancora poco chiare le conseguenze che l'avvento del 5G porterà alla nostra salute: la notevole potenziazione del segnale infatti, secondo alcune ricerche, potrebbe danneggiare il nostro organismo se costantemente esposto all'inquinamento elettromagnetico. Vi sono però altre teorie secondo cui il segnale 5G non sarebbe dannoso per l'essere umano. Di sicuro quello sul 5G sarà uno dei dibattiti più interessanti che verranno affrontati nel breve e medio periodo, visto che tale tecnologia ormai sembra in procinto di permeare la nostra prossima quotidianità.

 

Quando accadrà la “nuova rivoluzione”?

Con ogni probabilità sarà il 2020 o il 2021 l’anno in cui toccheremo con mano le nuove potenzialità della rete 5G e le cosiddette “smart city”. Il Ministero dello Sviluppo ha indetto il bando per l’assegnazione delle frequenze e il ruolo principale sarà rivestito da Vodafone che ha offerto 2,4 miliardi di euro per i primi 15-20 anni. Alla gara hanno partecipato anche Fastweb, WindTre, Tim e Iliad: anch’esse hanno ottenuto frequenze 5G. «Il 5G porterà innovazione ad ampio spettro, sia per i cittadini che per le imprese e le amministrazioni» sottolinea Buggioni.
Vodafone, dal canto suo, è già all’opera per le prime applicazioni concrete del 5G: in collaborazione con l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT), Ibm e l’ospedale San Raffaele di Milano ha infatti sviluppato R1, un robot umanoide capace di praticare assistenza sia ai pazienti che ai loro accompagnatori. R1 è infatti in grado dare informazioni di diverso tipo e anche dare assistenza pratica. Grazie al 5G arriverà l’avvento dei robot umanoidi che semplificheranno notevolmente alcuni aspetti della nostra vita: essi saranno sempre più diffusi e verranno utilizzati soprattutto negli ospedali per dare manforte al personale sanitario nell’assistenza dei pazienti.
Inoltre un progetto sviluppato da Amazon Web Services con Vodafone, Exprivia-Italte e Prisma Telecom Testing ha come obiettivo quello di sviluppare un sistema di raccolta differenziata intelligente, capace cioè di riconoscere i vari materiali scartati e dividerli nei giusti cestini in modo da facilitare il riciclo dei componenti.


Fonti

https://www.corriere.it/economia/leconomia/economia-circolare-mobilita-sostenibile-smart-city/notizie/vodafone-cosi-5g-rivoluzionera-scuole-ospedali-23d481be-4821-11e9-9178-69fe8668174c.shtml


Condividi sui social network

8a EDIZIONE

RIMINI / GIUGNO 2020

WMF / 2020

Il più grande Festival sull'Innovazione Digitale e Sociale


TICKET WMF2020




Vuoi rimanere aggiornato
sull'edizione 2020?

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER!






SEGUICI SUI SOCIAL

© 2019 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni