Legalità

L’impegno e le iniziative del Festival contro la criminalità

Il Festival promuove e affronta con forza il tema della Legalità e della lotta alla mafia.

Responsabilità, Dovere, Educazione e Cultura sono le basi su cui costruire una società libera da corruzione e malaffare, in grado di preservare la libertà di tutti. Da anni portiamo avanti un percorso che punta a raggiungere questo obiettivo attraverso il digitale e non solo, coinvolgendo tutti: dai più piccoli, il nostro futuro, ai più grandi, il nostro presente.

Parliamo di responsabilità attraverso l’invito a promuovere legalità e a coltivarne la cultura, sui social e sul web, perché il digitale è - e deve essere - uno strumento di contrasto alle mafie.

Guarda il video di alcune delle nostre iniziative sulla legalità ed entra a far parte di questo percorso compilando il form.

Guarda i video sul tema della Legalità


Francesco Tortorella - WMF2021

Regista de La Grande Onda: corto di animazione sulla ‘ndrangheta

Giuseppe Lombardo - WMF2021

il Procuratore aggiunto di Reggio Calabria ci parla di lotta alla 'ndrangheta oggi

Luisa Impastato - WMF Novembre 2020

In collegamento da Cinisi

Federica Angeli - WMF Novembre 2020

Giornalismo d'inchiesta e lotta alla legalità

Lirio Abbate e Floriana Bulfon - WMF Novembre 2020

Lotta alla mafia, legalità e il ruolo del giornalismo

Claudio e Paola Regeni - WMF Novembre 2020

Diritti Umani e Social Innovation

Modena City Ramblers - WMF Novembre 2020

Esibizione Live - Ebano

Procuratore Giuseppe Lombardo - WMF Giugno 2020

Lotta alla ndrangheta e sistemi criminali

Luisa Impastato - WMF Giugno 2020

Apertura Casa Memoria Felicia e Peppino Impastato

Roy Paci - WMF Giugno 2020

"Siamo Capaci" di dire no alla mafia

Premio Nazionale Borsellino - 2019

Eleonora Magno e Valentino Giampaoli premiati per il monumento "Il sorriso"

Dibattito - 2018

Dall'attentato a Chinnici e Falcone alla digitalizzazione del maxi processo alla mafia

Cosmano Lombardo - WMF 2018

40° Anniversario di Peppino Impastato

Roberta Iannì  - 2018

Legalità e lotta alla mafia

Cosmano Lombardo - 2017

Discorso d'apertura: "Lotta alla mafia e digitale"

Apertura WMF - 2017

Lotta alla mafia e digitale

Federica Angeli - 2017

Contrastare la mafia attraverso i social media

Pif - 2017

Pif e l'app NOma

Modena City Ramblers - 2017

I Cento Passi

Federica Angeli - 2017

Cosmano Lombardo intervista Federica Angeli

Legalità al WMF




Ospiti e Relatori

Il WMF vede da sempre alternarsi sul palco numerosi relatori, ospiti e artisti che affrontano da diverse prospettive il tema della legalità e della lotta alla mafia.
Sul Mainstage del Festival 2021, il tema della legalità è stato affrontato anche attraverso la settima arte, con l'intervento del regista del corto di animazione sulla ‘ndrangheta
"La grande Onda" Francesco Tortorella, che ha raccontato come le mafie, riamnago tutt'oggi un problema globale, di tutti. Nuovamente ospite al WMF2021, poi, il Procuratore Aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, ha delineato gli elementi chiave della lotta alla 'ndrangheta oggi, parlando dei rischi di un utilizzo scorretto dei capitali derivanti dal PNRR. Al WMF di Novembre 2020, Lirio Abbate, giornalista e saggista, e Floriana Bulfon, giornalista d'inchiesta, hanno offerto un importante contributo nel corso del panel dedicato a legalità e ruolo del giornalismo, parlando del concreto rischio di rafforzamento delle mafie proprio in epoca emergenziale; Claudio e Paola Regeni hanno parlato di legalità e giustizia in relazione alla storia di Giulio Regeni e alla costante necessità di tutelare e rispettare i diritti umani in Italia e nel mondo; Luisa Impastato, già ospite al WMF Online di giugno, da Cinisi ha ricordato quanto sia importante portare avanti la memoria e la lotta dello zio Peppino Impastato; Federica Angeli, giornalista de La Repubblica, in passato relatrice al Festival, ha raccontando la sua quotidiana lotta alla criminalità organizzata confermando, anche in questa occasione, il ruolo determinante dei social network.

Anche nelle edizioni passate sono stati molteplici gli ospiti che hanno condiviso la loro lotta contro le mafie: il Procuratore Aggiunto della Direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria, Giuseppe Lombardo, intervenuto per parlare di lotta alla 'ndrangheta e del ruolo del digitale per combattere la criminalità organizzata; Giovanni Paparcuri, superstite dell’attentato Chinnici; Angelo Corbo, della scorta Falcone e sopravvissuto alla strage di Capaci; Tiziano e Piergiorgio Di Cara, Salvatore Cusimano, Direttore RAI Sicilia e autore della diretta della strage di Capaci; Roberta Iannì, figlia di un imprenditore ucciso dalla mafia per aver aiutato lo Stato durante un’operazione antimafia; Pif, intervenuto con un video ringraziamento per la vittoria dell’app NoMa ai WMF Awards.



Artisti

Consapevoli della potenza dell'arte e della musica nel veicolare i messaggi di sensibilizzazione e mobilitazione, da sempre il Festival abbina agli speech e ai talk anche momenti di show e intrattenimento. I Modena City Ramblers - dopo aver aperto il WMF17 con il brano "I cento passi" - in occasione dei 40 anni di Radio Aut di Peppino Impastato, hanno aperto e accompagnato con la loro musica di denuncia anche tutte le trasmissioni della prima giornata del WMF di novembre.
A giugno 2020, invece, durante il WMF Online - Innovazione Diffusa, il tema della lotta alla mafia ha nuovamente coinvolto ospiti dal mondo della musica: Roy Paci ha infatti parlato del suo nuovo brano e progetto "Siamo Capaci", elaborato in occasione dell'anniversario della strage di Capaci e realizzato insieme a numerosi artisti siciliani.

L’edizione 2018 ha poi ospitato il contest musicale Rassegna nuove tendenze musicali ideato da Rete 100 Passi e insignito il vincitore, Riccardo Maffoni, col Premio Peppino Impastato - Targa 100 Passi.



Speech e Awards

Le ultime due edizioni del Festival hanno visto alternarsi talk formativi sulla lotta alla criminalità grazie al digitale. Riccardo Meggiato - di PlayGeneration - ha illustrato come il traffico di stupefacenti passi dal mondo digitale; Lorenzo Tondo - giornalista di The Guardian - ha descritto come i social network vengono impiegati nel traffico di esseri umani.

Per il valore riconosciuto all’app NoMa nel suo ruolo di sensibilizzazione e informazione sul tema, nel 2017 è stato consegnato uno degli Awards del Festival dedicato alla “Digital Social Responsibility” a Pif, Tiziano Di Cara e Roberta Iannì, ideatori dell’app. E’ stato poi consegnato al giornalista Paolo Borrometi, un riconoscimento per il lavoro d’inchiesta svolto.

Il WMF ha infine consegnato il Premio Nazionale Paolo Borsellino a Valentino Giampaoli e Eleonora Magno, rispettivamente artista e preside dell’istituto che hanno promosso l’opera “Il sorriso”, un monumento in pietra dedicato a Falcone e Borsellino rimasto in esposizione durante il Festival.


Lirio Abbate e Floriana Bulfon al WMF2020

Lirio Abbate e Floriana Bulfon al WMF2020



Compila il form per segnalare iniziative meritevoli


Proponi o segnala iniziative per sostenere la campagna sulla legalità
Compila tutti i dati del form

Campo non valido
Campo non valido
Campo non valido
Campo non valido
Campo non valido
Campo non valido
I campi con * sono obbligatori
16 - 17 - 18 GIUGNO 2022 /
Rimini Fiera

Il più grande Festival sull'Innovazione Digitale e Sociale


Offerte attive 
WMF2022




SEGUICI SUI SOCIAL

© 2021 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via dei Mille 3 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni