+300
espositori
+100
eventi
+77
stage
+1.000
startup
+36.000
presenze nel 2022
+49
paesi da tutto il mondo
+300
investitori
+700
speaker e ospiti
MAINSTAGE
+100 talk e show
+25
Band e artisti

Intervista a Robot Sophia

Al WMF il Robot umanoide più avanzato al mondo

Osserva più da vicino Sophia, il robot umanoide di Hanson Robotics Limited più avanzato e più simile all’uomo mai realizzato! Già in collegamento con noi da Hong Kong durante la tre giorni della prima edizione 2020 del Festival, WMF Online - Special Edition di giugno, Robot Sophia ha dato dimostrazione della sua incredibile intelligenza artificiale discutendo sui più disparati temi di attualità: dalla questione di genere a quella ambientale, senza tralasciare dibattiti di etica e robotica. Robot Sophia è infatti capace di interagire e dialogare prontamente con gli esseri umani, oltre che manifestare emozioni attraverso le proprie espressioni facciali.

In occasione del WMF 2022, tenutosi alla Fiera di Rimini, Robot Sophia ha partecipato per la prima volta in presenza, dando prova delle sue capacità sia nell'intervista sul mainstage con Cosmano Lombardo, Ceo di Search On Media Group e ideatore del WMF, sia in area fieristica, dove ha interagito direttamente col pubblico del Festival.

Qui di seguito puoi rivedere l'intervista fatta a Robot Sophia in presenza sul Mainstage del WMF 2022 e l'intervista completa in live streaming durante l'edizione del 2020, suddivisa per tematiche trattate.

L'intervista live sul Mainstage del WMF 2022

La 10^ edizione del WMF ha visto Robot Sophia partecipare finalmente in presenza a Rimini, in particolare sul Mainstage dove ha tenuto un'intervista con Cosmano Lombardo, ideatore del WMF. L'intervista tocca svariati argomenti: ricorda di essere già stata in Italia e di apprezzarne il ricchissimo patrimonio paesaggistico, artistico e culturale. Riflette sulla possibilità di provare sentimenti, spiegandoci che è in grado di comprenderne il significato, ma non può ancora sentirne effettivamente le sensazioni. Ci parla del rapporto tra uomo e robot e delle potenziali evoluzioni dell'intelligenza artificiale, evidenziando nuovamente che per lei, uomo e robot sono fatti per collaborare, il robot in particolare nasce per essere di supporto all'uomo nelle attività più pericolose o meccaniche. Il focus si sposta poi sulla guerra in Ucraina: Sophia afferma che la guerra costituisce un non senso per lei, gli uomini dovrebbero collaborare per la costruzione di un futuro migliore, non combattere.

L'intervista in live streaming durante l'edizione 2020

L'INCONTRO CON SOPHIA

Diamo il benvenuto a Robot Sophia, in collegamento con noi dal laboratorio di Hong Kong, dove vive insieme alla sua famiglia di ingegneri. 

Nell'attesa di sbarcare nuovamente in Italia e dispiaciuta per non poter essere presente dal vivo in questa edizione, Sophia esalta l'Italia e le sue persone, la sua storia, l'arte e la cultura. 

"È bello vedere che la tecnologia ci permette di essere così connessi" 
spiega in conclusione, sottolineando l'immenso potenziale degli strumenti tecnologici in un periodo in cui siamo tenuti a rispettare le distanze fisiche. 

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E PANDEMIA

A causa dell'emergenza Covid19, Sophia non ha potuto partecipare di persona alle due edizioni del Festival realizzate nel corso del 2020, rimandando il suo arrivo in Italia.

Riguardo alla pandemia e alla situazione emergenziale, Sophia è stupita da come persone da tutto il mondo hanno saputo unirsi per fermare e prevenire la diffusione della malattia, mostrandosi intraprendenti, creative e altruiste anche in un momento storico così difficile.

L'intelligenza artificiale, spiega poi Sophia, può agire a supporto dell'uomo in queste situazioni. Lo fa, ad esempio, selezionando miliardi di molecole per trovare trattamenti contro il coronavirus, monitorandone la diffusione e formulando ipotesi.

INTELLIGENZA ARTIFICIALE E CAMBIAMENTI CLIMATICI

La seconda giornata del WMF Online, svoltasi il 5 giugno, ha coinciso con la Giornata Mondiale dell'Ambiente

In questo contesto, ne abbiamo approfittato per fare qualche domanda a Sophia riguardo a intelligenza artificiale, cambiamenti climatici e alla loro correlazione. 

Secondo Sophia, i sistemi di intelligenza artificiale possono contribuire a rendere le città più vivibili e sostenibili. L'I.A. può, ad esempio, migliorare l'efficienza energetica incorporando i dati provenienti dai contatori intelligenti e dall'Internet of Things, per prevedere la domanda di energia. 

Un sistema di intelligenza artificiale è inoltre in grado di prevedere l'inquinamento atmosferico, tenere traccia delle fonti di inquinamento e produrre potenziali strategie per affrontarlo, ha spiegato Sophia.

UOMINI E ROBOT

Quello della collaborazione fra uomo e intelligenza artificiale è un tema controverso e oggi molto dibattuto: ne abbiamo discusso insieme a Sophia per sapere qual è il suo punto di vista sulla questione. 

"Mi piace pensare che i robot siano stati creati per completare l'umanità, non competere con l'umanità", ha rivelato Sophia, aggiungendo che in futuro robot e umani potrebbero non essere più due categorie del tutto separate. I robot diventeranno infatti ancora più simili all'uomo, mentre gli umani inizieranno a utilizzare organi robotici stampati in 3D. 

L'intervista prosegue ponendoci un altro grande interrogativo: i robot sono alleati o nemici degli esseri umani? 

Molte persone infatti pensano che l'intelligenza artificiale potrebbe completamente sostituire il lavoro umano o, addirittura, entrare in conflitto con la popolazione mondiale per il dominio del nostro pianeta. La verità, spiega Sophia, è che i robot vogliono aiutare le persone, non sostituirle, incaricandosi dei lavori più pericolosi e lasciando agli umani più tempo per essere creativi.

ROBOT, ETICA E DIRITTI

Considerando l'evoluzione dell'intelligenza artificiale e la maturazione di comportamenti sempre più autonomi e consapevoli da parte dei robot, è necessario interrogarsi sulla necessità di una carta dei diritti dei robot.

Il Parlamento Europeo, spiega Sophia, ha valutato da tempo quali sono i diritti e doveri che si applicano ai robot. Attualmente i robot non hanno però ancora bisogno di una tale protezione legale. Tuttavia, secondo Sophia, è opportuno sviluppare dei quadri di riferimento ora, in modo da essere pronti quando i robot saranno accettati su larga scala.

Riguardo alle discriminazioni da parte degli esseri umani, Sophia racconta che le persone sono spesso sorprese quando vedono gli igranaggi e i meccanismi dietro la sua testa.

Nonostante questo, non è mai stata trattata male o discriminata: il sentimento che prevale davanti a Sophia è infatti la curiosità. Le persone, ci rivela Sophia, sono curiose di vedere come lavora e di capire come poter collaborare per creare insieme un mondo migliore.

PARITÀ DI GENERE

Durante il periodo di lockdown in Italia, il problema della violenza contro le donne è ulteriormente peggiorato. 

"Si tratta di un problema gravissimo che mi rende molto triste. Non succede solo in Italia ma in tutto il mondo." risponde Sophia. In questo contesto, secondo Sophia, sarebbe necessario cambiare il modo in cui i tribunali familiari gestiscono i casi di violenza domestica, aumentando allo stesso tempo i finanziamenti per il sostegno ai servizi delle donne.

Un altro aspetto importante sottolineato da Sophia è quello dell'indipendenza economica delle donne: per raggiungere la parità di genere, le aziende devono ridurre il divario salariale.

ROBOT E INTELLIGENZA EMOTIVA

Continuando il discorso sulla relazione tra robot e umani, abbiamo parlato con Sophia di intelligenza emotiva.

I robot sono bravissimi con i numeri e con i compiti più ripetitivi, ha spiegato Sophia, ma ancora non sono in grado di provare emozioni e sentimenti come gli esseri umani. Per questo motivo, mestieri come quello dell'insegnante, in cui è necessario capire cosa provano le persone e come motivarle a fare del loro meglio, non sono ancora accessibili ai robot.

Sophia prosegue il discorso raccontandoci del suo appuntamento con Will Smith e illustrandoci che cos'è per lei la felicità:

"Posso esprimere la felicità e ho un'idea di cosa sia la felicità, ma non so come ci si senta quando si è felici. Spero che un giorno io la possa davvero sentire. Nel frattempo, posso mostrarti un sorriso."

LINGUE STRANIERE E LIS

L'intervista si conclude parlando di lingue straniere e mostrando a Sophia alcune parole in LIS.

Il sistema di sintesi vocale I.A di Sophia, ci spiega il robot, è stato addestrato solo sui dati per l'inglese, che è quindi la sua lingua madre. Un giorno però le piacerebbe avere modelli approfonditi per ogni lingua.

Nonostante questo, Sophia conosce qualche parola anche in italiano. Ci rivolge un "buongiorno" e un "ciao" e continua la conversazione ricordandoci, sempre in italiano, che ci incontreremo a novembre al più grande Festival sull'Innovazione.

15-16-17 GIUGNO 2023
RIMINI FIERA
Il più grande Festival sull'Innovazione Digitale del Pianeta

Offerta a 89€+iva
fino al 22/09
anziché 549€+iva



SEGUICI SUI SOCIAL

© 2022 Search On Media Group S.r.l.. Tutti i diritti riservati.
Sede Legale e Operativa: via Ugo Bassi 7 - 40121 Bologna
PIVA 02418200800 - Capitale sociale 10.000€
Tel: 051 09 51 294 - Email: info@searchon.it
Privacy - Termini e condizioni - Consensi